n questa piccola guida vogliamo occuparci del più romantico dei discorsi matrimonio: quello dello sposo. Vediamo insieme le regole fondamentali, cosa dire, come dirlo e come sbarazzarsi delle odiose farfalle allo stomaco che vi rendono nervosi. Prendete carta e penna e segnate tutto!

Regole fondamentali da cerimoniere esperto per un discorso matrimonio efficace.

1) Prendila seriamente: Per brindare, non ci si rivolge solo agli ospiti, si diventa per un attimo i protagonisti, con una storia importante da raccontare. E’ un onore e una grande responsabilità. Devi allora abbracciare questo impegno con la grazia, lo stile e la maturità che merita.

2)Non rimandare: Si consiglia di scrivere il brindisi circa tre settimane prima del matrimonio. Avvicinati a questo “incarico” con la stessa serietà che avresti alle prese con un esame. Magari coinvolgi anche una persona di tua fiducia per modificare il lavoro e farne un paio di bozze. La preparazione anticipata impedirà che la fretta possa portare a compiere qualche pasticcio.

3)Esprimi con entusiasmo il piacere di  avere tutti lì presenti  al matrimonio e ringrazia i genitori, che non è mai scontato  e invita tutti a prendere parte al loro vostro giorno speciale.

 

Lo sposo deve mantenere un tono di voce chiaro e sicuro!

 

4)Includi un tocco personale (un ricordo preferito, scherzo, o segreto speciale) che sarà emotivamente significativo per tutti.

5)Offri parole incoraggianti e consigli per il vostro futuro insieme.

6)Altra linea da seguire è la semplicità. Non utilizzare parole che normalmente non si usano. Cerca di non divagare. Evita di parlare ridendo o bofonchiando. Ricorda: che tu sei lo sposo, il momento del discorso sarà il tuo momento. Fai in modo che sia comunque di classe.

7) Cerca di pianificarlo pensando al momento migliore in cui prendere il microfono e cercare l’attenzione degli invitati.

8)Mantenere la calma o fingere di esserlo :Non importa cosa si sta per dire. Fai respiri profondi. Pensa a cose piacevoli. Puoi bere un bicchiere di vino ma non esagerare. Parla lentamente e pensa che nessuno si sta curando del fatto che potrebbero tremarti le mani.

9) Creatività: Il discorso che hai buttato giù è troppo vecchio stampo, non ti piace e ti sembra banale? Organizza qualcosa di originale che lo accompagni, uno spettacolo di danza, una canzone o la lettura di una poesia originale. Detto questo, se hai in programma qualcosa di veramente stravagante, verificane prima la fattibilità

10) Pratica: Una volta che il tuo discorso è stato scritto, pratica la lettura ad alta voce ossessivamente, esercitati! Assicurati di scrivere il discorso completo su un cartoncino che non si stropicci e, ovviamente, portalo con te il giorno del matrimonio (e no, non c’è bisogno di memorizzarlo perché nervoso, emozione e, forse, un po’ di alcol, possono giocare un brutto scherzo anche ai più freddi, sicuri e misurati)!

 

Esempio discorso matrimonio:

“Va bene, sono nervoso .. Quando ho scritto il mio discorso, ho pensato che probabilmente avrei dovuto buttar giù alcune battute, ma poi ho pensato che, anche se io mi trovo divertente, ciò non significa che tutti quanti mi trovino tale! Detto questo, ho scelto allora di lasciare da parte il lato umoristico! Carissimi, io e mia moglie vorremmo ringraziare tutti per essere venuti e festeggiare con noi questo nostro giorno speciale che non sarebbe stato lo stesso senza di voi! Purtroppo, non è stato possibile avere qui tutte le persone che amiamo, ma sappiamo che sono qui con noi con il loro spirito e nei nostri cuori. Ringrazio i miei testimoni e i miei migliori amici che conosco fin dall’infanzia: vorrei ringraziarvi per non aver fatto assolutamente nulla per oggi! Sto scherzando ragazzi. Grazie per il vostro aiuto! Grazie alle damigelle per l’ottimo lavoro che hanno fatto, per aver reso questo matrimonio speciale ma anche per essere le migliori amiche di mia moglie. Grazie per aver sacrificato il vostro tempo prezioso aiutandoci con i preparativi, a volte, fino a notte inoltrata. Un grazie speciale ai miei genitori e alla famiglia di mia moglie per avermi accettato come un figlio e per avermi concesso la mano della splendida donna che mi sta accanto! Sono molto felice. Non posso non ringraziare mio padre e madre per avermi dato la vita e tutto l’amore e il sostegno nel corso degli anni. E’ grazie a loro se sono l’uomo che vedete oggi! Grazie mia sposa per avermi reso l’uomo più felice del mondo accettando di sposarmi, il mio amore per te è immenso. Quindi, signore e signori, vi prego di unirvi a me per brindare alla nostra felicità!”.

Ora che conoscete le regole fondamentali armatevi di sorriso e… in bocca al lupo!

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now